Categorie
Carabao Cup

Mood da finale

Ci siamo. Sei anni dopo torniamo a Wembley per una finale di una coppa inglese, il trofeo dai mille nomi, che il nostro palmarès conta già 8 volte: la League Cup. Avete presente quelle gare in cui il profumo della vigilia si infila con prepotenza nel vostro cuore e si trasforma in un mezzo di brivido di freddo, misto ad emozione e voglia di vincere? Ebbene, accade proprio questo quando si gioca a Wembley e c’è in palio un trofeo. Si dice che tutto ciò che è stato costruito fino al momento della finale conti poco o nulla; che in quei 90 minuti, almeno, tutto si azzeri. Le finali sono praticamente tutta la storia del Liverpool, raccontano un passato intarsiato di partite dentro-fuori che hanno reso il Liverpool quello che è oggi. Tuttavia, il presente serve ad aggiungere tanto altro alla storia e abbiamo bisogno di freschi ricordi e di titoli, perché questa squadra se li merita tutti.

La maglia celebrativa di domani

La League Cup è un trofeo che il Liverpool ha vinto per ben otto volte (1980-81, 1981-82, 1982-83, 1983-84, 1994-95, 2000-01, 2002-03, 2011-12), raggiungendo la finale in 13 occasioni. Insieme al Manchester City, i Reds detengono il record di titoli e domani a Wembley si cerca l’ennesimo salto di rana in una classifica dei trofei, per quella che sarebbe una gustosissima soddisfazione, quando siamo a malapena agli albori di Marzo. L’ultima vittoria risale al 2012 contro il Cardiff City, sempre a Wembley, il primo titolo dell’era FSG, con Sir Kenny Dalglish alla guida dei Reds. L’ultima sconfitta è invece datata 2016, prima finale di Klopp, proprio contro il Manchester City, arrivata dopo i calci di rigore.

Henderson potrebbe alzare il suo quinto trofeo da capitano

Pensate un po’: Giocheremo contro il Chelsea, l’avversaria che negli ultimi 17 anni abbiamo affrontato più volte nelle partite decisive e contando solo le finali, questa è la quinta volta. Due vittorie per parte, Super Coppa Uefa (2019) e Community Shield (2006) per noi, League Cup (2005) ed FA Cup (2012) per loro. I blues arrivano a questa sfida dopo otto mesi su livelli stratosferici, che hanno permesso loro di portare a casa il Continental Treble, che il Liverpool di Klopp aveva invece ottenuto nel 2019.

Il mago della coppe: 5 goals e 1 assist in 4 presenze in Carabao Cup per Minamino

Giusto citare la storia, giusto dare qualche informazione sugli avversari, ma in campo ci sarà solo il Liverpool domani. Infatti, una finale che si gioca così precocemente in stagione è una grande opportunità per i nostri ragazzi, è il modo perfetto per affrontare un finale da sogno e per continuare ad aggiungere argento puro alle nostre bacheche. Ad onor del vero, il cammino verso Wembley è stato piuttosto frastagliato dai quarti di finale in poi, poiché dopo aver annientato Norwich e Preston, il Liverpool ha dovuto combattere contro Leicester prima ed Arsenal poi, portando a casa due prestazioni che sarà impossibile dimenticare.

Tutto questo però, come anticipato, non conta più. Conta solo vincere.

Questo è il momento in cui si entra nei cuori dei tifosi per davvero.

Kelleher, essendo portiere di coppa, potrebbe essere confermato fra i pali

Sarà la volta di Kelleher, il portiere di riserva di lusso, l’eroe della sfida ai rigori contro il Leicester, a giocare titolare davanti a quasi ottantamila spettatori. Klopp ha voluto fortemente, da subito, sottolineare che sarebbe stato lui il numero 1 degli 11 in campo di domani, giustamente, perché se l’è guadagnato. Oltre questa, direi scontata, notizia, Klopp nasconde ogni possibile indicazione sulla formazione, sappiamo solo che Bobby Firmino non sarà convocato per un problema muscolare e che Diogo Jota, invece, potrebbe, a sorpresa, essere in campo.


Parlo con il cuore a tutto il branch: domani è il giorno più importante della vostra vita da tifosi. Ci sarà bisogno di noi, qualcuno sarà a Wembley (penso ad Ezio, Mario e Carlo..), qualcuno nei pub in città, qualcun altro riunito nei salotti portafortuna delle nostre case, dobbiamo dare il massimo. Senza di noi il Liverpool non esiste e grazie a noi, domani, porteremo comunque a casa una vittoria di squadra colorata di rosso. Comunque andrà..

Forza Liverpool!

Una risposta su “Mood da finale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.