Categorie
Premier League

La prima di tante finali

Dopo la pausa dovuta alle partite delle nazionali di calcio, torna la Premier League con un incontro da non sottovalutare. I Reds sfidano in casa il Watford, Sabato alle 13 e 30.  

Gli Hornets sono diciottesimi in classifica con sei vittorie, quattro pareggi e diciannove sconfitte. Numeri opposti a quelli del Liverpool che è al secondo posto e a un solo punto dal Manchester City. Tuttavia, proprio questo testa a testa rende ogni partita e quindi ogni punto decisivo per l’assegnazione del titolo di campione d’Inghilterra. Anche una partita sulla carta agevole come quella contro il Watford potrebbe quindi nascondere delle insidie. I tifosi ricordano ancora il tre a zero subito a Vicarage Road il 29 Febbraio 2020 ma quell’anno portò la vittoria della Premier League e i Reds avevano già un consistente vantaggio di punti. Ora le cose sono diverse. Il calendario del Liverpool è fitto, con i quarti di finale di Champions League contro il Benfica in trasferta il 5 Aprile e in casa il 13 Aprile, con la semifinale di FA Cup il 16 Aprile contro i Citizens. Citizens che saranno affrontati sei giorni prima in campionato così come, sempre per la Premier League, Red Devils, Magpies e Toffees nel derby. Non possono essere fatti quindi passi falsi nemmeno e soprattutto contro il Watford.

Thiago ha definito questo mese di Aprile il più importante di tutta la sua carriera


Abbiamo ricordato il tre a zero subito nel 2020 ma gli altri precedenti recenti hanno visto i Reds sempre vittoriosi e sempre con clean sheets, come la partita di andata finita con un netto 5 a zero. Gli Hornets sono reduci da una vittoria in trasferta contro il Southampton che non è stata sufficiente a dare tranquillità, visto che la squadra è terzultima in classifica, con un solo punto in più del Burnley, che però deve recuperare due partite e a meno tre punti dall’Everton, quartultimo anch’esso con due partite da recuperare. La formazione di Roy Hodgson punta su Emmanuel Dennis, principale marcatore e uomo assist insieme a Kiko Femenía e sul desiderio di provare ad allontanarsi dalla zona calda della classifica.

Trent non sarà disponibile per questa gara, tornerà con tutta probabilità contro il Benfica

In casa Liverpool, invece, si spera che la stagione, finora entusiasmante, faccia sentire meno la fatica e il peso delle prossime sfide. I Reds sono andati a segno 75 volte, ovvero circa due volte e mezzo a partita, con 17 giocatori diversi tra cui Salah 20 volte, Jota 13 e Mané 12.

Salah vorrà mettersi subito alle spalle la mancata qualificazione al mondiale del suo Egitto

Hanno subito solo 20 goal praticando, tra le altre cose, alla perfezione la regola del fuorigioco e 17 volte la partita si è conclusa con un clean sheet.

Numeri impressionanti di un gruppo che non ha più nulla da dimostrare, aspettando il resto della stagione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.