Categorie
Champions League

Un passo verso Parigi

Serata di gala ad Anfield, con i ragazzi di Klopp impegnati nella semifinale di andata di Champions League contro il Villarreal. E il Liverpool non tradisce l’appuntamento con i suoi tifosi, regalando nell’ultima serata europea ad Anfield una prestazione da squadra di assoluto livello che vale due reti di vantaggio. Troppo più forte il Liverpool stasera, che ha visto prevalere i ragazzi con la maglia rossa sotto tutto i parametri. Un punteggio che premia i padroni di casa ma che tiene ancora in bilico la qualificazione che si giocherà in Spagna Martedì prossimo.

Non ci sono più parole per Thiago, nominato Man of the Match

I Reds affrontano il match con la formazione tipo schierando il ritrovato Konaté al fianco di Virgil, Henderson e Fabinho insieme a Thiago in un centrocampo che non teme confronti nel panorama europeo. In attacco la scelta ricade su Luis Díaz che gioca largo a sinistra, Salah con Mané prima punta di raccordo.
Il Villarreal di Unai Emery, settimo nel La Liga, schiera un prudente 4-4-2 con un attacco orfano di Gerard Moreno: la scelta ricade su Lo Celso, un centrocampista offensivo col compito di dare una mano a Chukwueze, l’uomo che ha eliminato il Bayern Monaco.

PRIMO TEMPO

Nella prima frazione il Liverpool cerca di prendere le redini della partita ma si deve confrontare con l’atteggiamento dei ragazzi di Emery, schierati costantemente dietro la linea della palla. I Reds fraseggiano molto bene, ma fanno fatica ad entrare in area nei primi minuti di match.
Alla mezz’ora la prima palla da gol del match con Sadio Mané che si gira rapidamente, il pallone viene deviato da Albiol che mette fuori causa Rulli ma la palla esce di poco. Passano pochi minuti e il Liverpool costruisce un’altra palla gol con Robertson che lancia da dietro verso Alexander-Arnold che al volo serve una palla veloce ed invitante per Salah che non riesce a trovare la porta con un altro tocco di prima.

Ma la qualità tecnica che mettono i Reds nelle giocate è deliziosa, proprio come il tiro di Thiago al minuto 41 che calcia potente e preciso ma la palla termina la sua corsa di 30m sul palo. Finisce quindi 0-0 il primo tempo con il Villarreal che non oltrepassa la metà campo, impegnato a contenere il ritmo del Liverpool che non è riuscito a trovare il guizzo vincente.

SECONDO TEMPO

Ma nella ripresa la musica cambia con gli uomini Klopp che alzano ancora di più il giro del motore e si riversano nella metà campo spagnola. In difesa brilla Konaté, tonico e reattivo oltre alla supervisione di Virgil, che deve fare i conti con un’ammonizione ricevuta nel primo tempo. Giganteggia Fabinho a centrocampo, anche luitonico e reattivo: una piovra nel recupero palla. Il centrocampista carioca, trova anche il guizzo giusto al 48’ su assist di Van Dijk ma l’arbitro annulla per il fuorigioco del difensore olandese. Ma sono solo le prove generali per il vantaggio che arriva al 52’ con una bell’azione corale iniziata da Thiago con Henderson che taglia il centrocampo, riceve il pallone in velocità da Salah e crossa verso il centro, la palla viene deviata da Estupiñán e la traiettoria tradisce Rulli.

Un gol meritatissimo, sia per la squadra che per il capitano stesso

È il vantaggio del Liverpool che manda in delirio Anfield e stappa la partita. Tempo di riportare il pallone a centrocampo e i Reds raddoppiano. Protagonista assoluto Salah che imbuca Mané alle spalle della difesa. Sadio sul filo del fuorigioco è lesto nel freddare con un tocco di punta in anticipo sul portiere argentino del Villarreal. Un destro sinistro, in rapida successione alla resistenza eretta dagli uomini di Emery, che subiscono l’impeto di Anfield.

E sono due, come indica Mané con le dita: che forma del senegalese

I Reds spingono ancora, e cercano di arrotondare il risultato in più circostanze. Al 68’ Robertson troverebbe il colpo del 3-0 ma lo scozzese parte in offside sul lancio di Trent. Van Dijk sale in cattedra e cerca la conclusione dalla lunga distanza che scalda i pugni di Rulli. Il Liverpool domina in lungo e in largo ma poi decide di rifiatare, e fa entrare Keïta, Jota, Origi e Gomez. Mané applauditissimo, ha messo lo zampino in entrambe le reti e si è mosso alla grande nel ruolo di riferimento centrale. Una grande prova corale per il Liverpool, che strapazza gli avversari e legittima la vittoria che poteva essere più ampia. Sembra infatti quasi un’affare, tornare in Spagna con due sole reti da rimontare per i ragazzi di Emery.


0 tiri in porta per il Villarreal nei 90 minuti ad Anfield, la qualificazione è indirizzata ma non ancora decisa. Tra le mura di casa, il “sottomarino giallo” dovrà cambiare atteggiamento per provare ad impensierire la verve dei Reds. Il Liverpool chiude la settimana perfetta con 3 vittorie e 3 clean sheet contro United, Everton e Villarreal. Nell’ultima di Anfield in Champions, un’altra prova straripante degli uomini di Klopp, un altro passo verso la finale di Parigi.

Una risposta su “Un passo verso Parigi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.