Categorie
Premier League

Buccia di banana evitata

Dopo la vittoria in Champions contro l’Inter, torna la Premier con una partita sulla carta apparentemente facile. Ad Anfield arriva il Norwich che annaspa in piena zona retrocessione, e allora Klopp ne approfitta per attuare un massiccio turnover. In difesa, davanti al solito Alisson, torna Matip a far coppia con van Dijk, mentre restano fuori sia Robertson che Alexander-Arnold, sostituiti rispettivamente da Tsimikas e Gomez; a centrocampo il trio composto da Henderson, Keïta e Oxlade-Chamberlain, mentre in attacco sono indisponibili per problemi fisici sia Jota che Firmino, quindi il tridente offensivo è formato da Salah, Mané e il nuovo arrivato Díaz.

PRIMO TEMPO

Pronti via, è subito il Norwich a rendersi pericoloso, prima con un cross velenoso di Aarons su cui però Alisson si fa trovare attento, poi con Rashica che segna, ma in fuorigioco. Al 5’ occasionissima per Tsimikas che arriva sul secondo palo su un cross di Salah, ma spara alle stelle tutto solo davanti al portiere. Tocca poi a van Dijk di testa rendersi pericoloso, ma Gunn allontana la minaccia. Al quarto d’ora grande occasione anche per il Norwich con Pukki che viene servito bene sul filo del fuorigioco, ma a tu per tu con Alisson manca clamorosamente il bersaglio. Poco dopo è Salah a sfiorare il vantaggio di testa su calcio d’angolo dopo un’uscita a vuoto di Gunn, ma Normann respinge sulla linea e salva i suoi. Nel finale di primo tempo van Dijk sembra trovare il gol che sblocca la partita, ma viene annullato per leggero fuorigioco di Henderson. Niente di fatto, si va negli spogliatoi sullo 0-0.

SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo sono di nuovo i Canaries a partire all’attacco, e stavolta colpiscono: Rashica tenta il tiro da fuori area, deviazione decisiva di Matip che spiazza Alisson e il Norwich è in vantaggio ad Anfield. Il Liverpool prova ovviamente a rimettere in piedi la partita, ma il Norwich resiste. Klopp tenta allora di rimediare mandando dentro Origi e Thiago. 

Grandissimo goal del pareggio in sforbiciata di Sadio

A metà ripresa, la partita si ribalta. Al 64’ Mané fa 1-1 con una spettacolare acrobazia dopo una sponda di testa di Tsimikas. Dopo neanche due minuti arriva anche il 2-1 che fulmina il Norwich: Alisson recupera palla in area e con uno dei suoi lanci trova direttamente Salah, che danza davanti a Gunn, lo lascia a terra e deposita in rete il gol che vale il vantaggio, gol che è anche il numero 150 in maglia rossa dell’Egyptian King.

Goal numero 150 di Salah, in 233 partite; il secondo più veloce di sempre a raggiungere tale traguardo

Dopo un’ora abbondante di tensione, Anfield tira un sospiro di sollievo. A chiudere il discorso ci pensa Luis Díaz, che trova invece il suo primo gol in maglia rossa, a dieci dalla fine su assist illuminante di Henderson.

Primo goal con la maglia del Liverpool per Díaz

Finisce così 3-1 una partita che sembrava facile, ma che si era resa molto più complicata del previsto. Tre gol, tre punti. La marcia continua, nella speranza magari di qualche regalo altrui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.