Categorie
Premier League

Martellati!

Prova eccellente dei nostri ragazzi che di misura vincono con un avversario sempre ostico come il West Ham. Il titolo non è estremo, i Reds hanno dominato in lungo e in largo una partita che poteva risultare meno complicata concludendo al meglio qualche occasione. Gli Hammers dal canto loro oltre a qualche sortita offensiva, dove Lanzini e Fornals si sono mangiati due bei goal, hanno combinato pressochè nulla.

Prestazione ammirevole dei nostri ragazzi

Liverpool che si schiera col solito 4-3-3: Alisson; Alexander-Arnold, Konaté, Van Dijk, Roberston; Fabinho, Henderson, Keïta; Salah, Mané, Díaz. Mentre il West Ham opta per il 3-5-2 come di consueto: Fabiański,; Dawson, Zouma, Cresswell; Johnson, Bowen, Souček, Lanzini, Vlašić; Antonio, Fornals.

PRIMO TEMPO

Neanche il tempo di iniziare e nel giro di 5 minuti il Liverpool ha due grosse chance con Salah e Van Dijk ma entrambi non sono precisi. Il primo tempo continua con un monologo rosso, al 27′ arriva il vantaggio meritato con Mané che corregge in porta un tiro-cross di Alexander-Arnold.

Il goal di Mané nel primo tempo vale la vittoria

Il West Ham si rende pericolo solo al 40′, complice una mezza sbandata della nostra difesa, con Fornals prima e con Vlašić poi, che non riescono ad andare a segno grazie ad un gran intervento di Alexander-Arnold quasi sulla linea ed una parata di Alisson.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo rimane sulla stessa falsa riga del primo, anche se Bowen dopo 3 minuti ha una chance, sventata ottimamente da Robertson. Liverpool che più volte può raddoppiare con Díaz e Salah ma causa l’ultimo passaggio sbagliato o poca freddezza/precisone sottoporta non chiude ipoteticamente la partita. Il vero pericolo per i Reds passa tra i piedi di Lanzini a metà secondo tempo che al limite dell’area piccola calcia altissimo sopra ad Alisson. Il match scorre con il Liverpool sempre in attacco e attentissimo negli sporadici attacchi del West Ham.


Altri 3 punti portati a casa e sempre -3 dal City che domani si giocherà il derby con lo United. Noi ci crediamo, tutto il popolo Reds ci crede, abbiamo una squadra meravigliosa e quest’anno possiamo fare veramente qualcosa di unico.

Tutta la gioia di Klopp al fischio finale

La testa adesso va proiettata al ritorno di Champions contro l’Inter sempre ad Anfield, c’è un 2-0 da ritoccare e incorniciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.